Promozione - Distribuzione

Grossista - Libreria Online
Sconto del 15%!!

AL MAESTRO MANCA LA TESTA!

Diventa il primo a recensire il prodotto

Disponibilità: Disponibile

€ 12,00
O

Introduzione Veloce

NON NE HA BISOGNO, È UN GENIO

AL MAESTRO MANCA LA TESTA!

Rimpicciolisci
Ingrandisci
Titolo AL MAESTRO MANCA LA TESTA!
Sottotitolo NON NE HA BISOGNO, È UN GENIO
Autore FRANCESCO CANESSA
ISBN 9788860910721
Editore Edizioni La Conchiglia
Pagine/durata 109
Spedizione immediata

Dettagli

Cinque storie con protagonista il Maestro, un personaggio ricorrente che si ripropone sotto spoglie diverse in epoche e luoghi che cambiano di racconto in racconto. Presi dalla vita reale, se ne tace l’identità non tanto per incuriosire il lettore, ma per meglio approfondire la natura un po’ paradossale di una delle figure più affascinanti del mondo dell’Arte, quella del Direttore d’Orchestra. Il primo Maestro, forse il più facile da identificare, l’incontriamo all’inizio della Prima Guerra Mondiale a Napoli, tra scioperi della Compagnia dei Tramways e delle Ferriere del Vesuvio, il Blocco Popolare traballante in Municipio e a Roma il Governo Salandra sull’orlo della crisi. Mentre al San Carlo si prepara un’opera nuova in cui un baritono impersona Napoleone. Con un salto di mezzo secolo troviamo un altro Maestro amato dalle orchestre e applaudito dal pubblico, ma che vive il tormento dell’irraggiungibile utopia di una società diversa, teorizzata durante la resistenza al nazismo e al fascismo. E che ha casa a Roma, in via Caetani, la strada scelta dalle Brigate Rosse per parcheggiare l’auto con il cadavere di Aldo Moro nel bagagliaio. Impegnato nella direzione d’orchestra, la regia e la passione per la vela, ecco affacciarsi, nel terzo racconto, un Maestro che quando ride sembra fare il verso al basso tuba, lo strumento più grave della famiglia degli ottoni. E che manda in scena le sue Walkirie in bicicletta, portandole prima in gommone sul Lago di Garda, perché vivano una regata scoprendo l’affinità fra il respiro del vento e quello della musica di Wagner. Una nebbia fittissima che si addensa sul mare fra Capri e Sorrento rovina la gita in motoscafo a un gruppo di amici tra i quali c’è un Maestro che passerà la notte ad ascoltare un marinaio aspirante tenore che canta da Radames. L’ultimo è un Maestro che fa il regista e in terra di Francia scopre il Presepe Provenzale e i suoi personaggi, l’Angelo Boufareu, Le Curé au Parapluie, Le Roi à Geneoux, trascurando il suo spettacolo per girare tra i mercatini dei Santons. Ne compra più che può e sarà felice, ma solo per un giorno.