Promozione - Distribuzione

Grossista - Libreria Online
Sconto del 15%!!

FARE POSTO AI BAMBINI

Diventa il primo a recensire il prodotto

Disponibilità: Disponibile

€ 22,00
O

Introduzione Veloce

Dal turismo, ai servizi, ai bambini

FARE POSTO AI BAMBINI

Rimpicciolisci
Ingrandisci
Titolo FARE POSTO AI BAMBINI
Sottotitolo Dal turismo, ai servizi, ai bambini
Autore Francesco Caggio Ester Sabetta
ISBN 9788884342539
Editore Edizioni Junior
Pagine/durata 256
Spedizione immediata

Dettagli

A Riccione i servizi per l'infanzia hanno un percorso di oltre trent'anni, che ha le sue tappe più significative nella realizzazione di una ricca rete di scuole per l'infanzia comunali nei primi anni '70, nella successiva creazione degli asili nido negli anni '80, nella promozione di numerosi progetti di qualificazione dedicati alle scuole. L'espansione dei servizi è stata negli anni accompagnata e sostenuta da ricorrenti occasioni di riflessione sui temi educativi: convegni, dibattiti, rassegne volti a richiamare l'attenzione della città su ciò che i bambini possono e debbono fare, sui loro reali bisogni. Inoltre le istituzioni per l'infanzia oltre a definire la proposta pedagogica hanno coinvolto nella gestione non solo gli operatori ma anche le famiglie e la più ampia comunità sociale. Le istituzioni educative e scolastiche vengono considerate uno dei motori della più complessiva trasformazione sociale, proprio perché può dare ai genitori e ai cittadini la consapevolezza di poter giocare un ruolo attivo per il cambiamento civile. Le scuole non possono essere concepite come corpi separati dal contesto, ma come strumenti profondamente integrati con le famiglie e il territorio di riferimento. La partecipazione rappresenta per il genitore un'occasione per conoscere meglio i processi che portano a determinate scelte, aiuta a capire certe posizioni ma, non solo, permette di essere parte attiva di un processo dinamico e complesso come quello dell'educare che non può essere diviso in unità distinte e definite, ma presuppone invece un legame attivo e forte fra la famiglia, la scuola e la città tutta. Perchè narrare la storia dei servizi socio-educativi? Perché emerge con forza la consapevolezza che i primi anni di vita sono importantissimi, fondamentali, nella formazione della persona. Non sono considerati anni di attesa, anni persi, che prima passano e meglio è. C'è al contrario la scelta che occorre qualificare sempre di più l'intervento educativo. Perché la crescita e lo sviluppo dell'individuo (bambino o adulto che sia) si realizza attraverso una molteplicità di esperienze e mediante il confronto e lo scambio con più interlocutori sociali: la famiglia, le istituzioni educative e scolastiche, i pari.