Promozione - Distribuzione

Grossista - Libreria Online
Sconto del 15%!!

I TESORI D’ARTE DELLA BADIA DI CAVA

Diventa il primo a recensire il prodotto

Disponibilità: Disponibile

€ 25,00
O

Introduzione Veloce

//

I TESORI D’ARTE DELLA BADIA DI CAVA

Rimpicciolisci
Ingrandisci
Titolo I TESORI D’ARTE DELLA BADIA DI CAVA
Sottotitolo //
Autore a cura di GIUSEPPE GIANLUCA CICCO e ROSSELLA LUCIANO
ISBN 9788897741244
Editore Editrice Gaia
Pagine/durata 120
Spedizione immediata

Dettagli

La visita della Badia di Cava oggi, a distanza di dieci secoli dalla sua fondazione, offre innumerevoli occasioni per apprezzare la struttura architettonica, i capolavori di pittura e scultura, i preziosi codici miniati, le pergamene più antiche del sud Italia che rendono questo monumento un bene culturale unico nel suo genere. L’esposizione I tesori d’arte della Badia di Cava ha riguardato, essenzialmente, una selezione di oggetti preziosi di uso liturgico, in parte adoperati ancora oggi dalla comunità monastica, affiancati ad alcuni esemplari della ricchissima collezione di paramenti sacri e ad un campione di opere manoscritte e a stampa che, per la loro fattura, sono da considerarsi a tutti gli effetti delle vere e proprie opere d’arte. A partire dalla celebre cassettina eburnea del X secolo, passando per la stauroteca aurea con la reliquia della croce di Cristo, di datazione incerta ma tradizionalmente attribuita all’XI secolo, e includendo il sigillo aureo di re Ruggero II, il percorso della Mostra si è delineato attraverso una lunga serie di manufatti artistici di cui è possibile apprezzare, oltre la ricchezza dei materiali, il forte linguaggio simbolico. I tesori d’arte della Badia di Cava è stato il primo momento espositivo, in ordine di tempo, programmato dal Comitato Nazionale per la valorizzazione dell’Abbazia della SS. Trinità di Cava de’ Tirreni in un progetto denominato complessivamente Mille anni: come un turno di veglia nella notte che ha visto anche l’allestimento delle successive Mostre La Badia di Cava dalla Longobardia minore all’Unità d’Italia e Cava e la sua Abbazia nei paesaggi della cultura europea.