Promozione - Distribuzione

Grossista - Libreria Online
Sconto del 15%!!

intorno alla santa caterina di giovanni ricca

Diventa il primo a recensire il prodotto

Disponibilità: Esaurito

€ 15,00

Introduzione Veloce

ribera e la sua cerchia a napoli

intorno alla santa caterina di giovanni ricca

Rimpicciolisci
Ingrandisci
Titolo intorno alla santa caterina di giovanni ricca
Sottotitolo ribera e la sua cerchia a napoli
Autore a cura di giuseppe porzio
ISBN 9788856905212
Editore arte'm
Pagine/durata 80
Spedizione momentaneamente non disponibile

Dettagli

il catalogo accompagna la mostra organizzata da intesa sanpaolo, dalla fondazione torino musei e dal dipartimento di scienze umane e sociali dell’università degli studi di napoli “l’orientale” nella sede di palazzo zevallos stigliano a napoli (5 marzo-5 giugno 2016), e presenta i risultati degli studi condotti intorno alla ben nota santa caterina d’alessandria del museo civico d’arte antica di torino, uno dei quadri più raffinati e finora enigmatici del seicento italiano. la tela, già nella collezione dell’editore giulio einaudi, ha trovato infatti di recente la sua paternità nella figura di giovanni ricca (1603 circa-1656 [?]), un pittore di formazione naturalistica che sta progressivamente emergendo come una delle personalità più rilevanti attive a napoli nell’orbita di jusepe de ribera. la rassegna illustra in sintesi – e al livello qualitativo più alto possibile – il percorso di questo ritrovato maestro: dalla notevole produzione di sante ed eroine bibliche a mezza figura che ne segna l’avvio all’insegna dei modelli di ribera (quest’ultimo rappresentato dai due bellissimi esempi del suo primo tempo napoletano, il potente ma poco noto cristo alla colonna della galleria sabauda di torino e la preziosa maddalena penitente del museo di capodimonte di napoli), fino alle documentate tele di destinazione chiesastica sulle quali si è incardinata la ricostruzione della figura del maestro, come la monumentale trasfigurazione per la chiesa di santa maria della sapienza a napoli, oggi in deposito presso il palazzo della prefettura e dunque difficilmente accessibile. accanto a queste opere compaiono dipinti di altri artisti in connessione con ribera, le cui vicende critiche si sono intrecciate con quelle di ricca: francesco guarino, il maestro degli annunci ai pastori e soprattutto il fiammingo hendrick de somer, dei quali le raccolte di intesa sanpaolo conservano alcune delle prove più rappresentative. l’esposizione offre dunque un’importante occasione di verifica e di approfondimento delle conoscenze sulla pittura napoletana del seicento, aprendo una prospettiva finora inedita su questo eccezionale momento dell’arte europea.