Promozione - Distribuzione

Grossista - Libreria Online
Sconto del 15%!!

QUELL'ULTIMA NOTTE A LAS VEGAS

Diventa il primo a recensire il prodotto

Disponibilità: Esaurito

€ 13,00

Introduzione Veloce

Marvelous Marvin Hagler e Sugar Ray Leonard oltre il match del 6 aprile 1987

QUELL'ULTIMA NOTTE A LAS VEGAS

Rimpicciolisci
Ingrandisci
Titolo QUELL'ULTIMA NOTTE A LAS VEGAS
Sottotitolo Marvelous Marvin Hagler e Sugar Ray Leonard oltre il match del 6 aprile 1987
Autore Andrea Bacci
ISBN 9788896184288
Editore Bradipolibri
Pagine/durata 128
Spedizione momentaneamente non disponibile

Dettagli

Marvin Hagler, detto il “Meraviglioso”, e “Zucchero” Ray Leonard sono stati due dei più grandi pugili della storia della Nobile Arte. Due eccezionali campioni che sono riusciti a uscire dalla cerchia del loro sport per diventare dei personaggi, dei fenomeni sociali, capaci di accendere le folle e di far gravitare su di loro non solo passioni e tifo, ma anche e soprattutto montagne di soldi. Era nella logica dello sport-businnes americano che, prima o poi, ci fosse un match che li avrebbe visti uno contro l’altro. Non era proprio nella logica sportiva che l’evento si avverasse: Hagler era il campione del mondo incontrastato dei pesi medi da quasi sette anni e dopo undici difese del suo titolo, Leonard era stato campione in due categorie inferiori, welter e superwelter, ma era inattivo da tre anni dopo un guaio a un occhio. Leonard era comunque un uomo ricco e realizzato, ma aveva in mente di regalarsi l’ultima impresa, dopo quelle già messe a segno prima dei suoi due ritiri e prima delle due operazioni chirurgiche: affrontare il più grande atleta del pugilato americano, Hagler, quello che insieme a lui, e al grande Muhammad Alì, si contendeva il titolo di più grande combattente della storia della boxe. Il 6 aprile 1987, al Caesars Palace di Las Vegas, il match si fece sul serio. Fu un evento incredibilmente importante nella storia della boxe, con un risultato che ancora, a oltre vent’anni di distanza, fa dividere non solo i tifosi, ma anche i due protagonisti. "La boxe è uno sport crudele e bellissimo perché è la rappresentazione dell'istinto primario dell'uomo: prevalere su un altro attraverso la forza delle sue mani. La boxe ha storie e protagonisti che tutti gli altri sport non hanno, più del calcio, più del ciclismo, più di tutti. Nei libri di boxe si raccontano uomini, incontri, avventure e vicende. Storie spesso crudeli, ma sempre bellissime, perché raccontano di uno sport in cui conta una cosa solamente: vincere."